Carciofi alla giudia

Carciofi alla Giudia

carciofi alla giudia anche detti carciofi alla romana sono un piatto tipico della cucina di Roma, qualsiasi trattoria o hosteria nel centro avrà nel suo menù questa pietanza. 

Un contorno semplice ma molto gustoso, da romana adoro i carciofi alla giudia!

La storia

Il nome del piatto carciofi alla giudia è molto particolare e ti starai chidendo da dove derivi, ecco allora la storia di questa pietanza di cui se ne ritrovano tracce nei ricettari del XVI secolo. I carciofi alla giudia nascono nel ghetto ebraico di Roma dove le donne ebree preparavano questo piatto durante il Kippur o festa dell’espiazione. Questa ricorrenza ebraica prevede un digiuno per un’intera giornata, senza bere, mangiare, lavorare o divertirsi, per raccogliersi in preghiera. Alla fine delle 24 ore di digiuno era usanza mangiare i carciofi preparati usando la mammola romana (il tipico carciofo del Lazio) cucinata secondo la ricetta che vedremo sotto, da qui il nome carciofi alla giudia!

La ricetta

Ora come si preparano? Cominciamo con gli ingredienti

Ingredienti:

4 carciofi2 spicchi d’aglio1 limone
foglie di mentasale e pepe q.b.olio extravergine d’oliva

Preparazione

  1. Il primo passo fondamentale è pulire i carciofi togliendo le foglie più esterne e più dure, le spine, parte del gampo e, se ce ne fosse, il “pelo” nella parte interna.
  2. Prepara una ciotalo con acqua e succo di mezzo limone in cui dovrai mettere i carciofi appena puliti per evitare che diventino neri, il consiglio è di prepararla prima e immergere il singolo carciofo appena pulito.
  3. Il passo successivo è quello di preparare un trito con aglio, menta, sale e pepe.
  4. Prendi i carciofi e toglili dall’acqua, allarca un po’ le foglie centrali ed inserisci all’interno il trito che hai appena preparato.
  5. Ora in un tegame metti i carciofi che hai preparato e aggiungi un bicchiere d’acqua e un quarto di olio extravergine d’oliva, copri e cuoci a fuoco lento, la cottura richiederà circa 40-45 minuti per controllare quando è pronto fai la prova con una forchetta per testarne la morbidezza.

Ho letto in giro su molte ricette dei carciofi alla giudia un metodo di cottura diverso cioè friggendo i carciofi in abbondante olio, mia madre li ha sempre fatti con acqua e olio ed io continuo a cucinarli così ma mi sembra di averli mangiati fritti in qualche ristorante, scopri tu quale sia il metodo di cottura che preferisci e gustati questo piatto semplice ma buonissimo!

Silvia Amici

Ho una passione smodata nel visitare ed esplorare nuovi posti, che siano vicini a me o lontani non fa differenza, adoro la fotografia, amo la natura, la storia e la cucina. Questo blog racchiude un po’ tutte queste passioni in un unico posto.