Il Ponte del Diavolo

Il Ponte del Diavolo o Ponte della Maddalena

Il Ponte del Diavolo è il nome alternativo del Ponte della Maddalena, in provincia di Lucca, precisamente a Borgo a Mozzano. Già guardandolo si vede che non è il tipico ponte, la sua forma è un po’ anomala e percorrere la sua fase ascendente è un po’ faticoso per chi non è abituato a camminare.

Visivamente molto bello, è un ponte risalente al XIV secolo, ma ancora più interessante è la leggenda che c’è dietro al soprannome che si ritrova.

La leggenda vuole che il ponte sia stato costruito dal Diavolo in persona, partiamo dall’inizio, il capo muratore che stava costruendo il ponte era in agitazione perché la sua edificazione stava accumulando molti ritardi, a questo punto decide di scendere a patti con il Diavolo. Il patto stipulato fra i due prevedeva che la costruzione del ponte sarebbe stata eseguita in una sola notte in cambio della prima anima che avrebbe attraversato il ponte che sarebbe stata presa dal Diavolo. 
Nel momento in cui il ponte fu ultimato il capo muratore si preoccupò per il dazio da pagare al Diavolo, così confessò il suo peccato al Parroco del paese ed insieme escogitarono uno stratagemma: il primo a passare sul ponte fu un cane maremmano bianco. Il Diavolo infuriato prese l’anima del cane e si buttò nelle acque del fiume sottostante.

Una leggenda davvero interessante, ancora di più il fatto che si dice che verso la fine di ottobre, ancora oggi si veda il maremmano bianco passeggiare sul ponte, la spiegazione sarebbe che il cane sia il Diavolo che ancora cerca il capo muratore.

A parte questa leggenda il ponte risale al Medio Evo e probabilmente è stato costruito su fondazioni risalenti all’XI secolo. Il ponte subì molti danni durante una piena nel 1836.

Ho visitato questo ponte durante un viaggio a Lucca (la fotografia del post è un mio scatto) come detto è molto bello, passandoci sopra sembra di immergersi nel Medio Evo, il camminamento è fatto in sampietrini e la salita per arrivare all’apice ricorda di tempi passati in cui le persone erano abituate a camminare ed inerpicarsi senza problemi.

Se vi trovate nei pressi di Lucca vi consiglio di visitarlo!

Silvia Amici

Ho una passione smodata nel visitare ed esplorare nuovi posti, che siano vicini a me o lontani non fa differenza, adoro la fotografia, amo la natura, la storia e la cucina. Questo blog racchiude un po’ tutte queste passioni in un unico posto.