Cascata delle Marmore

Le Cascate delle Marmore

Le Cascate delle Marmore sono uno dei tanti spettacoli della natura che l’Italia ci offre, si trovano vicino a 7,5 km da Terni in Umbria, rappresenta una delle cascate più alte d’Europa grazie ad un dislivello di 165m. Le cascate come le vediamo oggi sono opera dell’uomo, che sin dal tempo dei romani hanno cercato di portare le acque del fiume Velino nel fiume Nera sottostante, uno degli affluenti del Tevere.

Il primo a dare avvio a un canale (Cavo Curiano) che portasse parte delle acque del Velino presso il salto delle Marmore fu Console Romano Manio Curio Dentato nel 271 a.C. per evitare che le acque del fiume formassero delle paludi insalubri in alcuni tratti del suo tragitto vicino Rieti in cui le formazioni calcaree tendevano a far ristagnare l’acqua. Questa deviazione però portò il fiume Nera a ingrossarsi pesantemente durante i periodi di piena mettando a rischio la città di Terni, proprio per questo il contezioso fra le due città venne portato di fronte al Senato Romano nel 54 a.C. con Cicerone che difendeva le cause di Rieti e Aulo Pompeo quelle di Terni. Il dibattito non portò a una decisione definitiva e alla fine le cose rimasero come erano.

Nell’arco della storia vari personaggi si occuparono del Cavo Curiano come Papa Polo III, Papa Clemente VIII e Papa Pio VI; fino ad arrivare alla fine del 1800 quando si cominciò a sfruttare l’acqua della cascata per alimentare le Acciaierie di Terni, da questo momento in poi le acque delle Cascate delle Marmore furono usate per produrre energia idroelettrica.

La Leggenda

Legata alla nascita delle Cascate delle Marmore esiste una leggenda: un pastore di nome Velino si innammorò di una ninfa che si chiamava Nera, ma Giunone si ingelosì dell’amore fra i due trasformò la ninfa in un fiume che prese il nome di Nera. Il pastore Velino non voleva perdere il proprio amore così decise di buttarsi dalla rupe per raggiungere la sua amata, questo gesto ha dato vita alle cascate ripetendo così all’infinito il gesto di Velino.

Un’altra leggenda vuole che San Valentino decise di provare la purezza di Nerina, messa in dubbio dal suo amato, camminando lungo la rupe da cui fece nascere con il suo bastone pastorale un getto d’acqua che rappresentava un velo da sposa magnifico per Nerina.

Il Parco delle Cascate

Per visitare le Cascate delle Marmore bisogna entrare nell’omonimo Parco che ha due diverse entrate entrambe con un ampio parcheggio:

  1. il Belvedere Superiore: Vocabolo Cascata 30, 05100 MARMORE (Terni): per arrivare al Belvedere bisogna percorrere a piedi circa 200m
  2. il Belvedere Inferiore: Piazzale Felice Fatati 6, 05100 COLLESTATTE PIANO (Terni): il Belvedere si trova a circa 300m.

Le Cascate vengono aperte ad orari ben precisi, molto importante prepararsi al vapor acqueo che arriva nel momento di massima apertura, nonostante questo sono veramente spettacolari!!

All’interno del parco ci sono diversi itinerari da poter percorrere, per approfondire vi rimando al sito ufficiale della cascate sulle pagina dedicata.

Gli orari del parco cambiano a seconda del periodo dell’anno e si può visionare sempre sul sito linkato sopra.

Le mie impressioni

Sono stata alle Cascate delle Marmore lo scorso anno, come scritto sulla mia biografia adoro scattare foto quindi mi ero armata di cavalletto e fotocamera per scattare mentre ammiravo la potenza dell’acqua che scorre. Le foto che vedete nel post infatti sono le mie 🙂 

Del Parco ho visitato il Belvedere Inferiore e quello Superiore, non ho fatto gli itinerari perchè insieme a me c’erno persone con neonati e bimbi piccoli e abbiamo preferito andare da un punto ad un altro in auto. Entrambe le zone sono molto ben curate ed è presente un punto ristoro, noi il pranzo l’avevamo portato da casa quindi non conosco i prezzi. Se ci sono bambini fuori al Belvedere Superiore ci sono altalene e scivoli in cui i più piccoli potrebbero divagarsi un po’.

Riguardo alle Cascate delle Marmore la forza dell’acqua quando inizia a scendere è veramente impressionante, uno spettacolo della natura! Si riesce a sentire la forza dell’acqua. 

Anche la zona intorno al Belvedere Inferiore è molto interessante per una passeggiata con una folta vegetazione, penso che gli itinerari siano veramente belli, mi sono ripromessa di tornarci per poterli percorrere. Il Belvedere Superiore ha un camminamento che giunge sulla Specula una torretta fatta costruire da Pio VI per poter vedere il primo salto della cascata.

In conclusione consiglio di visitare questo luogo, già solo vedere la potenza dell’acqua sprigionato quando vengano aperte vale il viaggio!!

Rafting alle Cascate delle Marmore

Per gli amanti degli sport adrenalinici è possibile in primavera e in estate fare rafting nel tratto di fiume a valle delle Cascate delle Marmore. Se sei interessato a questo tipo di attività il Centro Canoa e Rafting le Marmore è quello che stai cercando!

I programmi previsti sono diversi e dipendono dalla disponibilità di tempo e dalla tipologia di persone, vi è il Rafting Soft, Hydrospeed, il Torrentismo Base o Avanzato, programmi specifici per le scolaresche con un’età a partire dai 9 anni sù circa.

Il Centro Canoa e Ragting le Marmore organizza anche dei corsi di Canoa e Kayak Fluviale.

Logicamente non tutti possono fare rafting, per prima cosa bisogna essere in un buono stato di salute, essere maggiorenni, sapere nuotare bene, avere un peso che sia al di sotto dei 100 kg e ovviamente non avere particolari patologie come cardiopatie e similari.

I prezzi vanno dai 30 ai 70€ a persona a seconda del tipo di attività che si sceglie, per maggiori informazioni visita il sito.

Dove dormire

Se vuoi passare più di una semplice giornata alle Cascate delle Marmore ti converrà prenotare una struttura alberghiera o andare in un campeggio nei dintorni.

Vicino alla cascata vi sono diverse strutture: Oasi sulla Cascata , la Casa dei NonniLa Casa di Chiara e Il Casolare della Cascata.

Se invece sei un amante del campeggio: Camping Cascata delle Marmore

Per i possessori di camper è possibile parcheggiare direttamente nei parcheggi del belvedere inferiore o superiore per lo spazio di ingombro del mezzo, se invece si vuole un’area comunale attrezzata per camper è a Terni in via Lombardo Radice vicino al Cimitero. Vi sono anche due campeggi attrezzati presso le cascate:

  • Belvedere Superiore della Cascata delle Marmore (Camping “Le Marmore” – tel. 0744 67198)
  • presso il borgo di Piediluco, a circa 6 km dal Belvedere Superiore della Cascata delle Marmore.

Fotografie Cascate delle Marmore

Silvia Amici

Ho una passione smodata nel visitare ed esplorare nuovi posti, che siano vicini a me o lontani non fa differenza, adoro la fotografia, amo la natura, la storia e la cucina. Questo blog racchiude un po’ tutte queste passioni in un unico posto.